domenica 11 ottobre 2009

I Pre-Occupati

Anno 2006. Due neolaureati (al secolo io e il mio compare Giampiero) si trasferiscono a Roma con la valigia di cartone. Giunti nella capitale si scontrano con lo spietato e cinico mondo del lavoro. Dal momento che questi giovani sarebbero due videomakers, nelle vuote giornate che intercorrono tra un colloquio fallimentare e l'altro decidono di girare un cortometraggio sulle loro disavventure. Le esperienze in questione sarebbero un ottimo materiale per un dramma o per una tragedia o (perché no?) per un horror. Invece decidono di farne una farsa. Ecco così che ne esce fuori un corto che in futuro verrà definito social-demenziale.

I Pre-Occupati from Danilo Melideo on Vimeo.

8 commenti:

  1. Guarda, raramente guardo i video dei bloggers ma questo me lo sono goduto dall'inizio alla fine.
    Stupenda la scena del pagamento dell'affitto in chiave corazzata, bello il colloquio del perditempo, iinsomma tutto godibile compresi i titoli di coda/curriculum!
    Sarà che sono nuovamente disoccupato, ma mi ha preso un casino!

    RispondiElimina
  2. Sei davvero bravissimo! Anch'io come il Russo me lo sono bevuto tutto d'un fiato!

    Originale, ironico, ben diretto e recitato! Dovresti provare a qualche festival di corti. Anche se so che non é semplice riuscire ad entrare tra i concorrenti immagino.

    Un plauso sincero per questo lavoro. Dovresti postarne altri qui per permetterci di godere della tua arte.

    A presto
    Daniele

    RispondiElimina
  3. @ilrusso: ti ringrazio di cuore. Come ho scritto nel post il corto ha già qualche annetto, ma mi è capitato di rivederlo in questi giorni e mi ha sorpreso constatare che mantiene ancora una tragica attualità. Ahinoi, con un mondo del lavoro come il nostro, la condizione del Pre-Occupato non si abbandona mai...

    @Daniele Verzetti, il Rockpoeta: A suo tempo a qualche festival lo mandammo, e in uno di questi vincemmo una specie di premio della critica, dove nelle motivazioni appunto fu definito "social-demenziale". Ma la scarsezza dei mezzi realizzativi ci ha precluso molti altri festival. Ma festival a parte la cosa che mi gratifica di più è sentire che piace a chi lo vede, rimane sempre la soddisfazione più grande.
    Per concludere, oltre a ringraziarti dei complimenti, ti anticipo che, tra lavori nuovi e vecchi video rispolverati, altri corti troveranno spazio in questo blog...

    RispondiElimina
  4. Grazie! A parte che ti vengo sempre a leggere e con grande piacere, non vedo l'ora di vedere altri tuoi lavori.

    A presto
    Daniele

    RispondiElimina
  5. Ciao sono Edoardo, complimenti per il blog, mi piacerebbe uno scambio link con te. Fammi sapere (magari con un commento sul mio blog), a presto
    Edoardo Gentili Official Blog

    RispondiElimina
  6. Aspetto i prossimi corti, nel caso ronfassi come al mio solito non esitare a segnalarlo dalle mie parti (cosa che magari ti porterà altri nuovi aficionados!)

    RispondiElimina
  7. Bello il corto e voi molto bravi, sul serio.
    La citazione della corazzata Potemkin è un classico della cagata pazzesca, veramente da ridere. Complimenti e bravi.
    silvano.

    RispondiElimina
  8. bello davvero, belle quelle citazioni parodistiche di grandi film e del cinema in generale, fotografa la condizione del precario che si arrabatta con i suoi pochi mezzi. Complimenti.

    RispondiElimina