mercoledì 18 luglio 2012

Interval

“Non so perché la gente si aspetti che l’arte abbia un senso, 
visto che accetta l’idea che la vita sia priva di senso”
David Lynch

Mi hanno sempre affascinato le autostrade, per quel senso di possibilità, di apertura verso il nuovo, verso una meta da raggiungere. E poi le interferenze analogiche, i graffi sul nastro e tutto quell'immaginario mi suscitano la nostalgia di un'infanzia e un'adolescenza passata davanti a tubi catodici malfunzionanti. E infine l'attesa. L'attesa di partire, l'attesa che la visione si faccia nitida, l'attesa di dare un senso a queste emozioni, di trovale una musicalità. Tutto questo ha fatto parte di un intervallo della mia vita. Che ora casualmente è finito in questo video.


1 commento: