domenica 17 gennaio 2010

Signore e signori, buonanotte


Un capolavoro dimenticato, uscito nel 1976 e per anni introvabile in Italia, almeno fino al 2009 quando finalmente è uscito in DVD.
Il film, dal titolo "Signore e signori, buonanotte", mostra un'ipotetica giornata televisiva fatta di tg, fiction sui carabinieri, quiz, talk show e pubblicità in un susseguirsi apparentemente sconnesso. Ne viene fuori una critica feroce al mondo della TV attraverso una rappresentazione ridicola e grottesca. Una critica, che nonostante gli oltre trent'anni passati dalla sua realizzazione, ha un'attualità incredibile. Quando l'ho visto non credevo ai miei occhi, il film che ho sempre sognato di fare. Eppure è stato dimenticato e non mi stupisco del perché. Anche se si avvaleva di un cast di attori di altissimo livello, come Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Paolo Villaggio e Ugo Tognazzi, solo per citarne alcuni. E di registi (il film vanta infatti una regia collettiva) del calibro di Mario Monicelli, Ettore Scola, Luigi Comencini, Nanni Loy ecc. Insomma raccoglieva importanti personalità del cinema italiano. Eppure per anni è stato introvabile. Se riuscite a procurarvelo consiglio vivamente di vederlo. Forse non tutti gli episodi hanno lo stesso valore ma ci sono delle autentiche perle. Oltre al fantastico TG di Mastroianni di cui sopra (da notare che nel 1976 la terza rete ancora non esisteva) ci sono scene notevoli: Agnelli che viene rapito e nel messaggio diffuso dai rapitori comunica che per pagare il riscatto miliardario verrà decurtato lo stipendio ai suoi operai o l'intellettuale nel talk show (un meraviglioso Paolo Villaggio) che propone in assoluta serenità come soluzione alla fame nel mondo quella di mangiare i bambini poveri, diminuendo così il sovrappopolamento dei poveri stessi e aumentando il cibo per gli altri. E così via in un susseguirsi di situazioni paradossali ma ahimè nemmeno tanto.
Che altro dire, Signore e signori buona visione.

11 commenti:

  1. Ricordo quando lo vidi che era appena uscito nelle sale: grandioso, ed anche davvero divertente. Lo rivedrei volentieri, ma credo che su Sky sia passato negli anni passati, se ricordo bene.

    RispondiElimina
  2. @Vincenzo: che invidia, mi sarebbe piaciuto tantissimo vederlo anch'io al cinema, se solo fossi nato nel '76 ;) Su Sky non ti so dire, ma nella tv generalista, fino a qualche anno fa controllavo spesso se, in nottata, passavamo film interessanti e di questo mai avuta notizia...

    RispondiElimina
  3. Grazie della segnalazione, sembra davvero interessante.

    RispondiElimina
  4. Ecco uno di quei film che devo vedere da una vita! Ma prima o poi...

    RispondiElimina
  5. Ne ho visti diversi spezzoni su Youtube, ma spero di riuscire a recuperarlo e a guardarmelo per bene in dvd. Sembra davvero girato ieri, per come si diverte a prendere in giro certi personaggi e aspetti dello spettacolo politico e televisivo idioti e al limite dell'assurdo.
    Ottima segnalazione.

    RispondiElimina
  6. film visto un secolo fa in tv, poi oggetto smarrito come tanti altri. mi auguro che esca in una nuova edizione restaurata al posto dei soliti blockbuster, ma credo che sia soltanto un pio desiderio.

    RispondiElimina
  7. Non lo ricordo. Devo cercare di procurarmelo.

    RispondiElimina
  8. Era un cinema certamente meno tecnologico ma sempre brillante e ricco di talento e contenuti. Un caro saluto, Fabio

    RispondiElimina
  9. Non ho ancora visto il film, ma conosco bene la scena, la postai anche io tempo fa... Dice davvero molto di come in Italia, invece di andare avanti, torniamo ogni giorno più indietro... E mi fa rimpiangere con tristezza gli sceneggiatori di una volta...

    RispondiElimina
  10. Lo ricordo: lo vidi in tv.
    Concordo con Lucien: ottimo ripescaggio.

    RispondiElimina